Giovedì 6 Febbraio – Proiezione del video “CAVE CAVEM” di Alberto Grossi

Proiezione video “CAVE CAVEM” di Alberto Grossi.

Giovedì 6 Febbraio 2020, ore 21:15 Auditorium S. Micheletto, via S. Micheletto 2, Lucca.

INGRESSO LIBERO

La Commissione Tutela Ambiente Montano (TAM) del CAI sezione di Lucca ha scelto di iniziare le sue attività di comunicazione con la proiezione del nuovo documentario di Alberto Grossi: CAVE CAVEM. A seguire ci sarà un dibattito con gli interventi di Elia Pegollo, Nicola Cavazzuti e Franca Leverotti finalizzato anche all’elaborazione di nuove proposte per un’economia che sostenga e valorizzi il territorio apuano.

CAVE CAVEM ci dimostra che la realtà del territorio apuano è scomoda: immagini e numeri mettono in evidenza gli aspetti cruciali dell’attività estrattiva e i danni che essa causa al nostro territorio, deturpando il paesaggio e aggredendo un bene indispensabile come l’acqua. Alberto rinnova così il suo grido per la difesa delle Apuane, invitando tutti ad acquisire consapevolezza sui rischi e le minacce che incombono sul paesaggio e, soprattutto, sulla futura disponibilità di acqua di questo territorio a causa dell’esasperato sfruttamento del bacino marmifero apuano.

ALBERTO GROSSI è uno scrittore documentarista di pregio. Con Cave Cavem, il suo ultimo lavoro presentato al XI Festival dei diritti umani di Napoli, ci mette ancora una volta di fronte al danno ambientale che si compie in Apuane. È già autore dei cortometraggi “Cosa c’è sotto le nuvole” e “Aut Out”, vincitore nel 2015 del premio Luisa Minazzi – Ambientalista dell’anno.

LE ALPI APUANE sono una catena montuosa unica nel suo genere e diversi sono gli elementi chele conferiscono la sua unicità. Le vicende climatiche, unite alla sua particolare conformazione, le hanno rese un hotspot per la biodiversità: qui troviamo specie animali e vegetali che in nessun’altra parte del modo possiamo osservare. La natura geologica e il clima le hanno rese inoltre uno dei sistemi carsici più sviluppati e profondi d’Italia e di rilievo mondiale, oltre 70 sono infatti i chilometri di gallerie e grotte esplorate e diverse le cavità che superano i 1000 metri di profondità.Per la stessa ragione, alle quote minori, abbiamo molte sorgenti tra cui quella del Frigido che, con oltre 1500 l/s, è la sorgente più grande della Toscana. Il marmo è l’altro elemento che le caratterizza e per cui vengono sfruttate (con impatto sempre maggiore all’evolversi delle tecnologie) fin dal tempo dei romani. Negli anni 70’ nell’attività estrattiva viene introdotto il filo diamantato che va a sostituire quello elicoidale. La velocità di taglio passa così da 0,5 a 18 metri quadrati all’ora: 36 volte di più. Da quel momento, in un’ora si fa il lavoro di 36 ore, in un giorno quello di 36 giorni, in un anno quello di 36 anni. Parallelamente cambia anche il mercato e il materiale di scarto acquisisce importanza rispetto alla pietra ornamentale. Così oggi ciò che viene estratto è primariamente materiale che va ad alimentare l’industria del carbonato di calcio per la produzione di colle, solventi, dentifrici, cosmetici, e inerti per l’edilizia.

“ Non vinceremo mai la battaglia di preservare specie ed ecosistemi se non creiamo un legame emotivo tra l’essere umano e la natura, perché nessun essere umano salverà mai quello che non ama“
( Stephen Jay Gould).

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Testo informativa estesa sull'uso dei cookie

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie si possono distinguere diverse categorie:

Cookie di "terze parti"

Visitando il presente sito web si potrebbero ricevere cookie da siti gestiti da altre organizzazioni ("terze parti"). Un esempio è rappresentato dalla presenza dei "social plugin" per Facebook, Twitter, Google+ o LinkedIn, oppure sistemi di visualizzazione di contenuti multimediali embedded (integrati) come ad esempio Youtube, Flikr. Si tratta di parti generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina web del sito ospitante visitato. La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da "terze parti" è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all'esecuzione dell'eventuale comando di logout. Altri cookie "sopravvivono" alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell'utente. Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Attenzione: con la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici potrebbe compromettere l'utilizzo ottimale del sito. La disabilitazione dei cookie "terze parti" non pregiudica in alcun modo la navigabilità. L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie "proprietari" e per quelli di "terze parti". A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione. In internet è facilmente reperibile la documentazione su come impostare le regole di gestione dei cookies per il proprio browser, a titolo di esempio si riportano alcuni indirizzi relativi ai principali browser:

Chiudi